nov
15
2011

ANCHE LE ZONE HANNO CONTRIBUITO AL NO AL DIMENSIONAMENTO

Oggi il Consiglio Regionale ha respinto la proposta di accorpamento delle scuole.

Anche il Consiglio di Zona 3 e la Commissione Educazione hanno contribuito a questo risultato con la delibera di ottobre.

No all’accorpamento forzato delle scuole

La vicesindaco Guida: “Bene il voto unanime su mozione contro accorpamento plessi scolastici”

Milano, 15 novembre 2011 – “Sono molto soddisfatta che il Consiglio regionale della Lombardia abbia approvato all’unanimità la mozione contro l’accorpamento forzato degli istituti scolastici. Un mese fa avevo scritto agli assessorati all’istruzione di Regione e Provincia, e per conoscenza alla Direzione dell’Ufficio scolastico provinciale, per chiedere la deroga di un anno al riassetto delle strutture. Pochi giorni dopo anche il Consiglio comunale di Milano aveva approvato all’unanimità un ordine del giorno con la stessa richiesta. Sono certa che, sul voto di oggi in Consiglio regionale, sia stato decisivo il peso esercitato dal Comune di Milano. Noi siamo stati i primi a evidenziare questa necessità, anche il Consiglio provinciale, infatti, ha seguito il nostro esempio. La scuola è un bene di tutti, che va oltre gli schieramenti politici. E’ necessario investire nel miglior modo possibile in formazione e nella gestione delle strutture scolastiche, perché ciò significa investire nel ‘futuro’ delle nostre città. Questo ampio consenso trasversale rappresenta un fatto importante per un’equilibrata offerta scolastica di Milano, della Provincia e di tutta la Regione Lombardia”.

Lo ha dichiarato la vicesindaco Maria Grazia Guida in merito all’approvazione in Consiglio regionale della Lombardia della mozione contro l’accorpamento forzato dei plessi scolastici.

 

913 PREFERENZE: 1° IN TUTTO IL CDZ

per info: 2011@caterinaantola.it